https://selll.it/

Having Fun, Seriously

Amazon Vendor: come analizzare i dati delle vendite organiche?

Amazon Brand Analytics (ABA)

La consolle di Amazon Ads permette a tutti i venditori di visualizzare i dati sulle transazioni legate agli annunci pubblicitari: di contro, le informazioni sulle vendite organiche sono presentate secondo due standard differenti.

I Seller hanno a disposizione la pratica sezione “ordini”, mentre i Vendor possono ottenere queste informazioni solo grazie all’Applied Behavior Analysis (ABA). Si tratta infatti di un tool proprietario di Amazon che spesso deve essere attivato manualmente.

Fino ad aprile 2021, l’ABA era conosciuto con il nome di Amazon Retail Analytics Premium (ARAP) ed era disponibile a pagamento: ora invece è gratuito per le aziende che hanno un marchio registrato nel Brand Registry. Grazie ad esso si possono monitorare le performance e i trend di vendita, le performance di prodotto, il traffico e il conversion rate.

Chi ha accesso all’Amazon Behavior Analysis (ABA)?

Hanno accesso tutti gli account Vendor e Seller con marchio registrato sull’Amazon Brand Registry, nel caso in cui non sia subito disponibile, basterà contattare l’assistenza per lo sblocco (chiedendo che i propri vendor codes vengano associati al company code).

Come si ha accesso ai reports?

Nel caso di un account Vendor:

1. cliccare su “Report”, in alto a destra nel menù

2. selezionare “Analytics” dal menù a tendina

Per un account Seller:

  1. cliccare su “Marchi”, in alto a destra nel menù
  2. selezionare Brand Analytics.

Che tipo di report fornisce il Brand Analytics?

Questo dipende dalla tipologia dell’account: Vendor o Seller. Di seguito un elenco delle funzioni, con indicato chi può consultare ciascun gruppo di metriche.

Snapshot (account Vendor): è la pagina iniziale del Brand Analytics che presenta una panoramica di tutti i report. Mostra i primi 10 prodotti per ricavi e numero di vendite, i primi 10 prodotti per unità ordinate, la percentuale di Buy Box perse su prodotti rifornibili per via di un articolo non disponibile, i 10 prodotti con il margine netto di acquisto maggiore, i primi 10 prodotti per Buy Box e Buy Box persa.

Dopo questa schermata iniziale, lo strumento si divide in 3 macro-sezioni.

Dashboard “Vendite e traffico” (account Vendor), che presenta:

  • Performance di vendita: individua rapidamente le opportunità determinando cosa sta contribuendo alla prestazione di vendita.
  • Andamento delle performance di vendita: monitora costantemente le performance di vendita visualizzandone l’andamento e identifica i fattori chiave che determinano le vendite.
  • Informazioni sulla vendita per area geografica: visualizza le performance di vendita per area geografica.
  • Margine netto di acquisto: identifica rapidamente quali prodotti contribuiscono alla redditività visualizzando il margine netto di acquisto, la percentuale sul totale, il periodo precedente, l’anno precedente
  • Pre-ordini: per gestire in modo efficace il lancio di nuovi prodotti monitorando con precisione le performance di pre-ordine.
  • Performance di traffico: identifica rapidamente le variazioni di visualizzazioni e conversioni visualizzando il periodo precedente, l’anno precedente e il parametro di riferimento di settore
  • Vendite in tempo reale: permette di immettere un ASIN per visualizzarne i dati delle vendite in tempo reale delle ultime 24 ore.

Dashboard “Attività operative” (account Vendor), che comprende:

  • Previsioni di vendita e pianificazione inventario: utilizzate per evitare le perdite di ricavi per Buy Box perse su prodotti rifornibili, grazie alla pianificazione dell’inventario basata sui dati.
  • Stato dell’inventario: per monitorare lo stato dell’inventario dei prodotti tramite aggiornamenti settimanali, nonché identificare e rispondere rapidamente alle tendenze negative.

Dashboard “Comportamento dei clienti” (account Vendor e Seller), che include:

  • Termini di ricerca: mostra i termini più cercati in Amazon e mette a confronto per ogni parola chiave i tre competitor che ricevono più click.
  • Comportamento di acquisto ripetuto: serve a misurare la fidelizzazione dei clienti, poiché più gli acquisti ripetuti sono frequenti, più questo dimostra che i clienti hanno fiducia sia del prodotto, sia del brand.
  • Analisi del paniere: per identificare le opportunità di cross-selling e creare pacchetti ottenendo informazioni sui prodotti che vengono acquistati insieme dai clienti.
  • Confronto di articoli e comportamento di acquisto alternativo: utilizzato per ottenere informazioni sui prodotti competitor che il cliente visualizza e compra in alternativa.

Come si esportano i dati?

I dati posso essere generati tramite una divisione giornaliera, settimanale, mensile e anche quadrimestrale. L’esportazione può essere fatta tramite file Excel o CSV. Può inoltre essere impostata una generazione automatica ad intervalli regolari, come ad esempio ogni settimana.

E per gli account Vendor, senza marchio registrato?

In questo caso, il consiglio è di registrare il marchio al più presto per ottenere tutti i vantaggi che Amazon riserva per coloro che si iscrivono nell’Amazon Brand Registry. Nel caso in cui questo non sia possibile, si avrà accesso ad Amazon Retail Analytics Basic (ARAB) che fornisce solo una parte delle metriche dell’ABA.

Conclusioni

Amazon Brand Analytics è uno strumento gratuito ed estremamente utile agli obiettivi di vendita e/o marginalità. I dati generati sono molti e soprattutto presentati in modo da prendere decisioni rapide e informate, basate su previsioni affidabili.

Contattaci per una consulenza su come sbloccare questa funzionalità sul tuo account Vendor e per analizzare i dati per ottimizzare le tue performance su Amazon.

ALTRI ARTICOLI

This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.